I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito

user_mobilelogo
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

I nostri prodotti!

 

sciroppo rose anidagri

       Lo Sciroppo di Rose

miele biologico-miele naturale-anidagri          Il Miele Biologico

salumi anidagri

               I Salumi

 

I suini bradi

 Suini bradi, anidagri, allevamento suini all'aperto, suini bradi liguria


La tecnica di allevamento all’aperto dei suini bradi qui utilizzata presso l'azienda agricola Anidagri, si differenzia dall’allevamento in porcilaia per l’impiego di ampie superfici di terreno recintate, all’interno delle quali i suini dispongono di zone funzionali predisposte e attrezzate per l’abbeverata, l’alimentazione e il riposo. Normalmente si utilizzano recinzioni, strutture e attrezzature di tipo mobile per agevolarne il periodico trasferimento sui diversi appezzamenti destinati all’allevamento. Caratteristica di questa forma d’allevamento, infatti, è la pratica di ruotare i recinti nell’ambito di un idoneo piano aziendale di avvicendamento colturale, finalizzato a massimizzare lo sfruttamento agronomico dei nutrienti contenuti nelle deiezioni rilasciate dai suini sul terreno e a minimizzare, al tempo stesso, i fenomeni di inquinamento delle acque superficiali e sotterranee, l’erosione del suolo e i danni alla vegetazione.

I suini bradi in Liguria
Il Progetto Dimostrativo "L'allevamento del suino all'aperto" è nato prendendo spunto dal fatto che l'allevamento dei suini bradi è stata una pratica utilizzata largamente nel passato (legato soprattutto agli usi civici dei boschi e dei pascoli, dove vi erano querce o castagni), ed ancora tuttora diffusa in svariati areali agricoli (in Spagna e Portogallo, in Italia, soprattutto in Toscana e regioni centrali e insulari) e garantisce la possibilità di integrare il reddito dell'azienda senza investimenti eccessivamente onerosi e rispetta le normative attuali riguardanti l'allevamento animale (benessere; qualità della carne e dei prodotti; rispetto delle normative ambientali).
Parallelamente a queste considerazioni, si è notato come l'area dell'entroterra ligure fosse particolarmente adatta all'allevamento all'aperto del suino, per la presenza di numerose aree boschive abbandonate (quercete e castagneti puri o misti) o comunque non sfruttate a livello produttivo, oltre che per le particolari caratteristiche climatiche, sufficientemente miti da consentire allevamenti all'aperto nel corso di tutto l'anno.

 

Percorso

Chi è online

Abbiamo 36 visitatori e nessun utente online